La Storia

Le origini del Corpo Bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano – Crema non sono documentate, ma fonti attendibili le fanno risalire all’inizio del XIX secolo.
Secondo quanto riportato dalle cronache del tempo, infatti, nell’aprile del 1816 i nobili cremaschi incontrarono ad Ombriano l’imperatore Francesco I, in visita a Crema per eleggerla al rango di città Regia, e lo accompagnarono in città con la banda del paese, costituita esclusivamente da suonatori di tamburi, piatti, tromboni e grancasse.
Altre notizie risalgono alla primavera del 1848, data in cui la banda di Ombriano apriva il corteo che portava a Crema il Re Carlo Alberto di Savoia nella sua visita alla città.
Alla luce di queste fonti documentate il Corpo Bandistico di Ombriano – Crema si può senza dubbio posizionare tra le più antiche bande del territorio.

La denominazione Corpo Bandistico “Giuseppe Verdi” nasce da un aneddoto curioso: nel 1893, al ritorno dal carnevale di Busseto, un gruppo di musicisti ombrianesi si fermò davanti ad una villa dove un contadino chiese loro di intonare qualche melodia. Richiamato dalla musica, un distinto signore dalla lunga barba bianca si affacciò al balcone e successivamente scese in strada per assistere all’esecuzione. Al termine si complimentò e prima di congedarsi offrì a tutti i musicisti un bicchiere di buon vino. Nessuno poteva immaginare che quell’uomo distinto e gentile fosse il più grande maestro d’Italia: Giuseppe Verdi.

Nel 1952, in onore dell’allora Presidente Dott. Prospero Sabbia, Capitano Alpino, il Corpo Bandistico diventa anche Banda Alpina.
Da tale data la banda ha accompagnato gli Alpini a tutte le principali manifestazioni nazionali ed internazionali.
Due avvenimenti sono da segnalare per la loro particolare importanza: il 17 marzo del 1968, all’Adunata Nazionale degli Alpini tenutasi a Roma per il 56° anniversario della Vittoria, il Corpo Bandistico di Ombriano – Crema ha prestato Servizio d’Onore al Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat; mentre nel 1986 ha presenziato all’inaugurazione del cippo alla memoria di tutti gli Alpini caduti a Musingen, nei pressi di Stoccarda.

Un continuo impegno ed un costante miglioramento qualitativo ha permesso al Corpo Bandistico di aggiudicarsi numerosi riconoscimenti tra cui il 2° posto al Concorso Nazionale per bande “Città di Cascina” nell’anno 2002, il 1° posto al concorso “Trofeo Bernardini” di Venturina nell’anno 2003 ed un importante riconoscimento all’interno del Concorso Nazionale “Mondo Musica” di Cremona nel 2015 posizionandosi davanti a tutte le realtà bandistiche della Lombardia.
Nel 2018 ha ricevuto il “Premio alla Carriera” per i 170 anni di attività, importante riconoscimento a livello Provinciale rilasciato dal settimanale “inPrimapagina”.

Figure fondamentali sono Antonio Zaninelli presidente dall’anno 1999 al 2018, al quale è subentrato Giovanni Belloni, il M° Jader Bignamini direttore di fama internazionale il quale, dopo 15 anni, ha passato la direzione al M° Eva Patrini e M° Roberta Patrini, laureate a pieni voti in clarinetto presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza.

L’eccellenza musicale del Corpo Bandistico di Ombriano – Crema fa si che venga considerata Banda Cittadina, rappresentante della città di Crema a livello nazionale ed internazionale.

Visualizza la gallery delle foto storiche della Banda!

Benny Goodman memories // Banda Ombriano
  1. Benny Goodman memories // Banda Ombriano
  2. Jungle fantasy // A tutta Banda!
  3. It don’t mean a thing // A tutta Banda!
  4. Giovanna D’Arco – overture // Auguri Maestro!
  5. Just a closer walk with Thee // Banda Ombriano
  6. There’s no businnes like show businnes // A tutta Banda!
  7. Curtain up! // Banda Ombriano
  8. Carmen suite // Banda Ombriano
  9. Galop – da “Masquerade” // Banda Ombriano
  10. West side story // Banda Ombriano
  11. Dance bacchanale // Banda Ombriano